Tatuaggi giapponesi: quali scegliere e perché

0
47
tatuaggi giapponesi

Se si cerca un’idea vincente e, soprattutto, senza tempo i tatuaggi giapponesi sono la giusta soluzione. Si tratta di uno stile che non passa mai di moda tanto che è entrato a tutti gli effetti nella lista degli evergreen.

Perché scegliere di fare un tattoo in stile giapponese? Lo spieghiamo subito, così da fugare ogni dubbio. Si tratta, infatti, di uno stile intramontabile e che va bene un po’ per tutti. L’unica cosa essenziale è avere una innata passione per la cultura giapponese e per quelli che sono i simboli più rappresentativi della stessa.

Come scegliere i soggetti dei tatuaggi giapponesi

Che si tratti di un tatuaggio donna o di un tattoo uomo, quello che conta è scegliere bene il soggetto. Quali sono i simboli della cultura giapponese più gettonati in assoluto? Facciamo chiarezza e diamo qualche utile consiglio.

Uno dei simboli più gettonati è, senza dubbio, il fiore di loto. Si tratta di un simbolo molto importante per questa tradizione, poiché rappresenta il risveglio e, volendo, anche la vita stessa. Molto spesso, quindi, quando si desidera un tattoo in stile giapponese si opta per questo fiore. Ma non solo.

Altro simbolo che va per la maggiore è la carpa Koi, che è un elemento della cultura nipponica a tutti gli effetti. La carpa è un simbolo di buona fortuna e, molto spesso, si fa per augurare a se stessi qualcosa di buono.

Anche i serpenti sono molto amati da chi vuole fare un tattoo di questo tipo. Si tratta di un simbolo forte, che sta a indicare acutezza e intelligenza. Anche la capacità di prendere delle decisioni è racchiusa in questo simbolo. Molto simile per significato è il leone, un altro simbolo della tradizione che, per antonomasia, simboleggia l’animale più forte e invincibile.

Un altro soggetto che viene scelto spesso è la testa mozzata, anche nota come Namakubi. Questa sta a simboleggiare diverse cose ed è un avviso per i nemici.

Dove fare un tatuaggio giapponese e consigli vari

Il primo consiglio da dare è, naturalmente, quello di scegliere il soggetto in base al significato che si vuole dare al tatuaggio. Solo in questo modo, infatti, sarà possibile avere sulla propria pelle proprio il simbolo che si desidera.

Ma non solo. Sarà anche molto importante andare a scegliere il tatuatore. Questo è un aspetto che non va mai trascurato, a prescindere dallo stile e dal simbolo che si desidera avere come tatuaggio. Per scegliere il professionista perfetto per le proprie esigenze si dovrà andare a valutare quelle che sono le condizioni igieniche e sanitarie in cui opera, gli strumenti che utilizza, gli inchiostri e così via.

Dopo aver trovato il professionista perfetto, sarà il momento di scegliere la zona del corpo. Spesso questo tipo di tattoo sono decisamente grandi e rappresentano intere scene ricche di simboli e significato. Per questo motivo, tra le zone del corpo preferite c’è la schiena. Non solo però: anche le gambe e le braccia sono molto amate da chi vuole un tatuaggio giapponese.

Come sempre, il consiglio è di scegliere in base ai propri gusti e alle proprie esigenze. Solo in questo modo si può essere sicuri di avere il tattoo che più piace, nella posizione perfetta e realizzato da un valido professionista in grado di rispettare i propri gusti e tutte le norme igieniche che vigono in materia.

 

In fotografia un tatuaggio di Claudio Pittan, uno dei massimi esperti di tatuaggi giapponesi.