Il rapporto tra tatuaggi e fede, cosa dobbiamo sapere

0
12
tatuaggi e fede

Che rapporto c’è tra tatuaggi e fede? Da sempre si vedono dei soggetti di tattoo che ricordano la croce ma altrettanto spesso questi sono dettati più da tendenze del momento che dalla vera e propria fede.

Chi decide di tatuarsi un simbolo religioso perché lo fa: per fede o perché ha visto lo stesso tattoo addosso a qualche vip? In molti casi si tratta della seconda ipotesi e questo fa capire che non sempre e non tutti attribuiscono alla croce o a qualsiasi altro simbolo la valenza sacra che hanno nella quotidianità.

Tra tattoo e fede potrebbe, quindi, esserci un rapporto molto stretto, ma si deve sempre capire la motivazione che ha spinto un soggetto a volere proprio quello come soggetto da farsi disegnare sulla pelle.

Tatuaggi e fede: i simboli religiosi più gettonati

Croci, ma anche ancore, colombe e pesci: questi sono senza dubbio i simboli più gettonati che, in qualche modo, richiamano anche il mondo religioso. Si tratta di soggetti molto amati, che vengono richiesti ai tatuatori con regolarità. Ma viene sempre rispettato il significato principale? A dire il vero no, quasi mai.

Spesso chi decide di farsi tatuare un simbolo di questo tipo lo fa senza avere la piena coscienza del suo significato. La colomba è vista sì come un segno di pace, ma non sempre viene associata alla simbologia cattolica e lo stesso vale per molti altri simboli.

C’è poi, una moda sempre più dilagante e che fa sempre più proseliti. Stiamo parlando dei tatuaggi con volto della Madonna o di santi. A lanciare il trend diversi giocatori di calcio che, nel corso degli anni, hanno sfoggiato sui loro polpacci o sui loro dorsi immagini sacre o tatuaggi con scritte dedicate a qualche santo o a Gesù. In questo caso, la consapevolezza alla base del tattoo è differente: qui si parla di un vero e proprio messaggio di fede e questo vale quantomeno per chi ha deciso di fare quel tattoo consapevolmente. Il discorso potrebbe, invece, essere differente per chi, invece, decide di emulare. In questo caso la domanda sorge spontanea: si tratta di un tatuaggio fatto per fede o per moda? Di certo le risposte possono darle solo i soggetti interessati, ma quello che è interessante è capire se c’è chi vede ancora una correlazione tra tatuaggi e fede. Non solo. Sarebbe anche molto interessante chiedersi chi farebbe un tattoo per esprimere la propria fede. La scelta, come sempre, è soggettiva. C’è chi potrebbe volere rappresentare così un messaggio al divino e chi, invece, decide di fare questo tattoo solo per moda. Si tratta di diversi punti di vista che, però, vale sempre la pena conoscere.